Alcune considerazioni personali in merito alla Conn 22B

Postare qui tutti gli interventi relativi al marchio C.G. Conn
muggsy
Member
Member
Messaggi: 107
Iscritto il: 06/05/2018, 9:57
Thanks dati: 52
Thanks ricevuti: 21

Re: Alcune considerazioni personali in merito alla Conn 22B

Messaggio da muggsy »

Dimenticanza mia ..la mia e una 22b Victor......che sisuona con una facilità impressionante,a differenza della 36b che risulta in confronto molto piu faticosa.
Ho capito perche queste non son state,nel corso degli anni,commercializzate qua.............perche gli altri avrebbero venduto ben poco.............da retta ad un boomer..... : Lol : provatela se potete e poi mi dite la vostra.
Questa anche sul repertorio piu classico va bene. : Thumbup :


trombe benge anniversay-CONN 36 B-holton 48-Conn 22b Victor 1956
mounthpiece schilke 13b- Frate 3 HS 106 -Frate 4 HS 106- Monette B4LS1-EZ TONE.USA
muggsy
Member
Member
Messaggi: 107
Iscritto il: 06/05/2018, 9:57
Thanks dati: 52
Thanks ricevuti: 21

Re: Alcune considerazioni personali in merito alla Conn 22B

Messaggio da muggsy »

buonasera a tutti
a circa un mese dall acquisto posso senza dubbio dire che la 22B è una tromba che facilita l esecutore,lo aiuta,non devi far altro che pensar bene a cio che suoni e lei ti terra sul binario giusto,con poco sforzo e poca aria,strumento con voce ben robusta e non troppo chiara,che se suonato su registri piu alti suona veramente bene ed ha una buona proiezione,tutto questo a l ho potuto constatare suonando poi con la 36b che vuole piu concentrazione,piu sforzo ed un allenamento piu continuo anche se dalla sua ha una voce ben netta e ricca di armonici,una proiezione del suono molto maggiore di molte altre marche,ed una ottima macchina pistoni,ma come detto appena tralasci un attimo lei non perdona a differenza della 22b.
La 22b è stata provata da altre persone che han subito rilevato la centratura,la semplicita del suonarla e la bella voce e la bella tromba.
Devo dire che sono molto contento per questa scelta e ringrazio l amico Marco Muttinelli per avermi dato una tromba che sembra levata di vetrina.......
buona musica a tutti : Chessygrin :
trombe benge anniversay-CONN 36 B-holton 48-Conn 22b Victor 1956
mounthpiece schilke 13b- Frate 3 HS 106 -Frate 4 HS 106- Monette B4LS1-EZ TONE.USA
Avatar utente
Matteo Giannini
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 853
Iscritto il: 18/01/2020, 17:47
Thanks dati: 315
Thanks ricevuti: 132

Re: Alcune considerazioni personali in merito alla Conn 22B

Messaggio da Matteo Giannini »

Ciao @muggsy dopo un po' di tempo richiacchiero volentieri della 22. La suono spesso sempre con grande piacere. Vive accanto ad una 12b e a una 6b parlando di trombe. La 6b è qualcosa che si avvicina alla tua 36 , di fatto ha la stessa macchina e la campana in ottone. Ti confermo che non perdona, ha bisogno di più attenzione ma quando va ti esplode in mano. Più difficile la 6b ma se ben guidata è una gioia; la 22 è un'amica che ti perdona quasi sempre, anche nelle giornate no
(Capo Oro) vecchio suonatore in erba.
Strumenti:
BrassOn '18
Conn: 12B Coprion '53;12A Coprion '53; 22B Victor '57; 6b late '65
Eastar etr330 Pocket
Mp:Gewa 3c e Shilke16b4 pranizzati da Stefano
Conn 7B-N; Conn4 imp.precision; Shires 1.5c; Bach 7c corp; Getzen 7c;
Posseduti: ytr1320s; ytr4335g; YTR 634 '75; 18B Coprion '55; 18A Coprion '56; Mahllion Bruxelles 671 '45
Avatar utente
Marco Muttinelli
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 3279
Iscritto il: 12/04/2019, 10:39
Thanks dati: 494
Thanks ricevuti: 419

Re: Alcune considerazioni personali in merito alla Conn 22B

Messaggio da Marco Muttinelli »

Se mi posso permettere...
La 22B è l'amica con la quale ti fai risate a crepapelle, con la quale condividi gioie e dolori, con la quale puoi essere te stesso tanto lei non ti giudica... Quella che, forse, è segretamente innamorata di te e ti perdona le scappatelle (perché si sa... la carne è debole) ma tanto sa perfettamente che anche tu a modo tuo la ami, anche se non te ne rendi conto fino in fondo o continui a negarlo a te stesso, e dopo la breve "fughetta" con quella fetentona supergnocca della 38B o con la panterona 8B alla fine quando serve tranquillità è a lei che ti rivolgi.

Fuor di metafora non posso che essere contento nel leggere le considerazioni di @muggsy che fotografano assai bene la natura della 22B. In questo senso nel post iniziale mi chiedevo, davvero stupito, come fosse mai possibile che questo modello non accendesse mai in alcun modo la fantasia italica o, addirittura, come mi è più volte capitato di sentire commentare che na NYS/Victor fosse una tromba student o al massimo intermedia. Questo atteggiamento davvero stupefacente dal momento che proprio la 22B, come abbiamo visto, è la professionale per eccellenza del marchio.

Stefano parlava di due elementi che condivido pienamente e che ritengo davvero importanti in una tromba: la semplicità nel suonarla unita alla bella voce.
Che volete di più? Davvero... ad una tromba cosa altro si può chiedere oltre a questi due elementi?
Aggiungiamo che è estremamente "neutra" e quindi lascia una grandissima libertà di espressione a chi suona..., forse si comprende quell'appellativo di "venerabile" che ha presso molti estimatori oltre oceano.

Credo che queste "qualità" derivino specificamente dall'impiego per cui fu pensato lo strumento.
Infatti quel nome è del tutto indicativo "New York Symphony" che nasce addirittura ancor prima che il modello venga indicato con il 22B, quindi uno strumento pensato specificatamente per un intenso uso orchestrale ad indirizzo classico. Requisiti per tali tipi di strumento sono semplici, ma al contempo difficilissimi da realizzare, citiamo giusto la prontezza negli attacchi, l'intonazione, la coerenza timbrica tra i diversi esemplari (devono tutti suonare alla stessa maniera), garantire un'amplissima dinamica e altre cosucce del genere.
Taci, maladetto lupo;
consuma dentro te con la tua rabbia.
Non è sanza cagion l'andare al cupo:
vuolsi ne l'alto, là dove Michele
fé la vendetta del superbo strupo.



The SPECIA-List
38A Victor 1937; 12B Coprion 1940; 22B New York Symphony 1940

CN: Perfected Connqueror 1906; 82A Victor 1925; 80A Victor 1941; 37A Connstellation 1961
TP: 8B Artist 1965; 60B SuperConnstellation 1968; 77B Connquest 1968; 15B Director 1970

Out of CONN:
Buescher The 400 T225 1937 e Super 400 C260 1957; F.E. Olds Super 1951


Imboccature: Conn e Denis Wick
strumenti e bocchini vintage disponibili per informazioni scrivere a: c.g.conn.expert@gmail.com
Avatar utente
Marco Muttinelli
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 3279
Iscritto il: 12/04/2019, 10:39
Thanks dati: 494
Thanks ricevuti: 419

Re: Alcune considerazioni personali in merito alla Conn 22B

Messaggio da Marco Muttinelli »

Uno dei punti che mi prefiggevo nella ricerca di una Conn 22B NYS post II guerra mondiale era capire se, a seguito della riconversione alla produzione bellica intercorsa tra il 1942 ed il 1946 (anni nei quali Conn non produsse alcuno strumento musicale) la ripresa delle attività musicali avesse subito qualche varazione imporgtante.
Purtroppo non avendo la possibilità di analizzare le leghe impiegate il raffronto non può che basarsi su una approfondita ispezione visiva e misurazioni indirette che, comunque, hanno portato ad un paio di risultati alquanto interessanti.

La scelta della 22B NYS non è certo casuale, al di la che adoro questo modello, ma essendo la più rappresentativa in termine di volume di produzione, è lecito pensare che le differenze produttive venissero introdotte (una volta accertato che tutto funzionasse a dovere) per prime sul modello di maggior produzione e solo in seguito a cascata sui modelli secondari. In altri termini una novità sostanziale (nelle trombe, ricordiamoci sempre che in casa Conn si partiva dalle cornette e solo in seguito si passava alle altre famiglie di strumenti) è più falcile che si trovi sulla 22B piuttosto che su di una coetanea 48B o 54B.

Venendo alle differenze del raffronto la prima è una diminuzione di peso di circa 30 grammi tra l'esemplare del 1940 e quello del 1946, diminuzione ottenuta penso mediante l'uso di una lega differente dal momento che gli spessori misurati nei diversi punti hanno fornito valori analoghi.

Certamente non ho smontato completamente lo strumento ma non vi sono sintomi che in altre parti possano aver ridotto gli spessori delle pareti a giustificare una così consistente riduzione di peso nello strumento, ed è questo che mi spinge a considerare come più probabile l'impiego di una lega differente.

Ma la grande diversità è del tutto interna e riguarda il disegno dei pistoni molto più lunghi nel modello del 46 che su quelli ante guerra.

Poiché i seriali stampigliati sui pistoni sono quelli presenti sul corpo strumento è ragionevolmente lecito indurre si trattino dei pistoni originali e quindi coevi allo strumento stesso.

Il fatto della diversa lunghezza può avere una ragione assai valida in realtà, perché così facendo il pistone acquisisce una maggior scorrevolezza ed al contempo la maggior superficie del pistone favorisce (anche se può sembrare strano) una minor usura delle camere ed al contempo una maggior uniformità di usura lungo tutta la camera che fa si che nel lungo periodo si eviti la formazione di quei piccolissimi scalini che possono portare a leggeri impuntamenti dovuti ad un eccessivo gioco del pistone nella camera.

Come sempre chapeu Conn, una ne pensa e cento ne fa, pardon cento ne pensa e una la fa (ma giusta : Lol : )

Sequenza pistoni da sx a destra III, II, I feltrini verdi strumento 1946, feltrini rossi strumento 1940.
In realtà ho confrontato anche altri pistoni sempre 22B e 12B sempre fine anni 30 inizio 40 ed essendo tutti identici tra loro posso ragionevolmente indurre che effettivamente tale fosse la forma ante guerra e post guerra.
pistoni 22B 1940 e 1946.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Taci, maladetto lupo;
consuma dentro te con la tua rabbia.
Non è sanza cagion l'andare al cupo:
vuolsi ne l'alto, là dove Michele
fé la vendetta del superbo strupo.



The SPECIA-List
38A Victor 1937; 12B Coprion 1940; 22B New York Symphony 1940

CN: Perfected Connqueror 1906; 82A Victor 1925; 80A Victor 1941; 37A Connstellation 1961
TP: 8B Artist 1965; 60B SuperConnstellation 1968; 77B Connquest 1968; 15B Director 1970

Out of CONN:
Buescher The 400 T225 1937 e Super 400 C260 1957; F.E. Olds Super 1951


Imboccature: Conn e Denis Wick
strumenti e bocchini vintage disponibili per informazioni scrivere a: c.g.conn.expert@gmail.com
Rispondi