Argento, oro, raw brass, laccatura

Discussioni generali sulla tromba

Moderatori: Michele Lupi, stefano bartoli, Capo_oro, Marco Muttinelli

Avatar utente

Patrizio
VIP
VIP
Messaggi: 591
Thanks dati: 65
Thanks ricevuti: 54

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda Patrizio » 02/05/2020, 9:53

Per quanto riguarda la laccatura...anni fa ho fatto slaccare e rilaccare una Yamaha 8340 laccata perchè aveva diversi punti di corrosione sul cannello. Il lavoro è stato fatto in un laboratorio in Germania e il risultato è stato eccellente [font=Arial, sans-serif]in termini estetici e di sonorità[/font]. Non ho notato differenze sostanziali con l'originale, ma d'altronde credo sia abbastanza ovvio, se il lavoro viene eseguito professionalmente.



Avatar utente

Patrizio
VIP
VIP
Messaggi: 591
Thanks dati: 65
Thanks ricevuti: 54

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda Patrizio » 02/05/2020, 10:44

Per quanto riguarda poi le differenze di sonorità tra gold plate, silver plated e raw brass, Harrelson non parla di sentito dire, ma ha fatto un vero "esperimento scientifico". Quindi, in assenza di altre prove condotte con altrettanto rigore metodologico, le sue conclusioni sono affidabili.



Avatar utente

Marco Muttinelli
Mod
Mod
Messaggi: 1125
Thanks dati: 263
Thanks ricevuti: 175

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda Marco Muttinelli » 02/05/2020, 10:55

Patrizio ha scritto:anni fa ho fatto slaccare e rilaccare una Yamaha 8340 laccata perchè aveva diversi punti di corrosione sul cannello. Il lavoro è stato fatto in un laboratorio in Germania e il risultato è stato eccellente [font=Arial, sans-serif]in termini estetici e di sonorità[/font]. Non ho notato differenze sostanziali con l'originale, ma d'altronde credo sia abbastanza ovvio, se il lavoro viene eseguito professionalmente.

Patrizio, punto molto interessantre quello che sollevi e sicuramente GBC ci può illustrare meglio. Credo dipenda dal fatto che la laccatura originale e quella successiva siano dello stesso tipo. Il discorso non vale, almeno nella mia esperienza con strumenti vintage che una volta rilaccati con moderne lacche sintetiche cambiano decisamente suono diventando più "nasali" (mi si passi il termine) e perdendo una parte di armonici che invece contraddistinguono i modelli equivalenti con lacca originale. Non ho molta esperienza in merito ma ho potuto constatarlo con due Conn rilaccate identiche alle mie che non lo erano (o meglio una delle due era stata rilaccata ma operazione avvenuta parecchi anni fa e sicuramente con lacca non sintetica). La cosa interessante comunque è che anche le due Conn rilaccate che ho provato, mi è stato detto fossero state rilaccate in germania. Hai idea di che azienda faccia questo tipo di lavoro?


Conn Tp: 22B New York Symphony Special 1940; 6B Victor 1968
Past Conn Tp: 12B/1953; 10B/1960; 8B/1964; 38B/1968
Fl: Couesnon Monopole ?
Tp Mp: Conn Connstellation 7BN e Precision 4; Bach Megatone 2C e 5C Stefanopranizzato
Fl Mp: Denis Wick 4FL

Avatar utente

Patrizio
VIP
VIP
Messaggi: 591
Thanks dati: 65
Thanks ricevuti: 54

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda Patrizio » 02/05/2020, 14:26

MaMut ha scritto:
Patrizio ha scritto:anni fa ho fatto slaccare e rilaccare una Yamaha 8340 laccata perchè aveva diversi punti di corrosione sul cannello. Il lavoro è stato fatto in un laboratorio in Germania e il risultato è stato eccellente [font=Arial, sans-serif]in termini estetici e di sonorità[/font]. Non ho notato differenze sostanziali con l'originale, ma d'altronde credo sia abbastanza ovvio, se il lavoro viene eseguito professionalmente.

Patrizio, punto molto interessantre quello che sollevi e sicuramente GBC ci può illustrare meglio. Credo dipenda dal fatto che la laccatura originale e quella successiva siano dello stesso tipo. Il discorso non vale, almeno nella mia esperienza con strumenti vintage che una volta rilaccati con moderne lacche sintetiche cambiano decisamente suono diventando più "nasali" (mi si passi il termine) e perdendo una parte di armonici che invece contraddistinguono i modelli equivalenti con lacca originale. Non ho molta esperienza in merito ma ho potuto constatarlo con due Conn rilaccate identiche alle mie che non lo erano (o meglio una delle due era stata rilaccata ma operazione avvenuta parecchi anni fa e sicuramente con lacca non sintetica). La cosa interessante comunque è che anche le due Conn rilaccate che ho provato, mi è stato detto fossero state rilaccate in germania. Hai idea di che azienda faccia questo tipo di lavoro?

Ciao! un ottimo riparatore (autorizzato Yamaha e Bach) e costruttore di strumenti che conosco da anni l'ha spedita in un laboratorio in Germania, ma non so dove. GBC lo conosce e immagino conosca anche il posto.




gbc
Starter
Starter
Messaggi: 244
Thanks ricevuti: 121

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda gbc » 02/05/2020, 18:04

Ciao MaMut,
salve l'indirizzo del laboratorio che usa Yamaha, in Germania, è questo: https://www.mueller-lack.com/startseite.html
Ovviamente non è possibile effettuare la laccatura elettrostatica come in Giappone ma è comunque possibile avere una laccatura simile. Il laboratorio di Mulluer è quello che usano in Atelier ad Amburgo e i Centri di Riparazione Strumenti a Fiato Yamaha (Alziati, Zontini, Casalanguida e Morabito).
Ciao.GBC 
 




silvidda
New Member
New Member
Messaggi: 7
Thanks dati: 10

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda silvidda » 18/05/2020, 17:28

Grazie per i consigli! alla fine ho usato uno sverniciatore in gel e in più ho dovuto ripulire un po' con la tela vetrata. Il risultato è soddisfacente. Adesso sapete consigliarmi un trattamento anti ossidante? Ho visto che ce ne sono svariati, sia spray che in pasta, ma ce n'è uno adatto per trattare gli strumenti di ottone?




Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2345
Thanks ricevuti: 434

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda stefano bartoli » 19/05/2020, 16:29

Se non applichi una vernice in poliestere, cioè quella che hai tolto con lo sverniciatore, temo non vi sia una vera soluzione all'avanzare dell'ossido. Non è un soprammobile, essendo un oggetto continuamente maneggiato, solo una vernice in poliestere (quella che hai tolto appunto) può resistere quando maneggi lo strumento.
L'ossido che man mano si crea, dipende in qualità e quantità, molto dal tuo PH, dall'umidità e temperatura del luogo in cui si trova lo strumento. A me l'ossidazione piace ma non siamo tutti uguali, d'altra parte se hai tolto il poliestere, devi per forza aspettarti l'ossidazione...
Se ti piace avere lo strumento raw brass ma non ossidato, non ti resta allora che pulirlo ciclicamente con alcuni prodotti abrasivi. Maa naturalmente abrasivi al minimo storico, tipo una passata leggera della paglietta per piatti (quella finissima tipo capelli eh) o un panno di cotone con una miscela di acqua e Sidol, oppure dentifricio. O ancora prodotti specifici tipo il Duraglit, devi fare delle prove ma ovviamente evita prodotti troppo abrasivi, cioè a grana grossa.
Prima che ti portino via una quantità di ottone consistente passeranno decenni.




silvidda
New Member
New Member
Messaggi: 7
Thanks dati: 10

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda silvidda » 20/05/2020, 10:49

Grazie Stefano, proverò con il Sidol. Piùttosto vorrei eliminare o attenuare l'odore di metallo che emana la cornetta da quando l'ho slaccata...




Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2345
Thanks ricevuti: 434

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda stefano bartoli » 20/05/2020, 14:04

Ah beh, per quello, l'unica cosa che ti posso consigliare è un albero magico (quelli da auto appesi allo specchietto retrovisore) oppure un più artigianale (e sano) salamino Gentile appesi alla campana...
Qualcuno ci appende un tartufo ma a me deconcentra.




silvidda
New Member
New Member
Messaggi: 7
Thanks dati: 10

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda silvidda » 21/05/2020, 15:39

Fatto! ho dato una passata di Sidol e sono riuscita a rimuovere quell'alone nero sulle parti dello strumento che maneggio di più. Sono soddisfatta del lavoro e anche timbricamente sento che la cornetta ha acquisito un suono più "vellutato"... Forse sarà suggestione, ma io percepisco la differenza.
Grazie per i preziosi consigli!




Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2345
Thanks ricevuti: 434

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda stefano bartoli » 21/05/2020, 16:14

Di niente Sividda, tieni presente che il Sidol è una crema che asportartando per frizione, deve per forza contenere micro sfere abrasive se pur piccolissime...Per cui se lo userai "ciclicamente" per tenere lucido lo strumento, è consigliabile diluirlo in una certa percentuale di acqua per mitigarne il potere abrasivo.

Per un lucido ancora maggiore, post Sidol, puoi passarci la paglietta per piatti, ma non quella compatta e grossa ma quella finissima tipo capelli e che viene venduta a cilindretti facilmente sfaldabili. Questa ti rende l'ottone  lucido a specchio, come la pulimentatura e porta via praticamente nulla, per cui la puoi usare frequentemente...
Stesso identico ragionamento puoi applicarlo per la pulizia/lucidatura del bocchino.




Finlay
New Member
New Member
Messaggi: 1

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda Finlay » 22/03/2021, 17:39

Ciao a tutti,
ecco a voi un bel articolo che da qualche interessante informazione sull'acustica.
 ! Messaggio da: Marco Muttinelli
Rimosso link in quanto rimanda ad azienda commerciale non inerente al presente topic

Saluti a tutti.

__________________
 ! Messaggio da: Marco Muttinelli
Rimossa firma in quanto contenete link ad azienda non inerente.



Avatar utente

Marco Muttinelli
Mod
Mod
Messaggi: 1125
Thanks dati: 263
Thanks ricevuti: 175

Re: Argento, oro, raw brass, laccatura

Messaggioda Marco Muttinelli » 23/03/2021, 11:52

Finlay ha scritto:Ciao a tutti,
ecco a voi un bel articolo che da qualche interessante informazione sull'acustica.
 ! Messaggio da: Marco Muttinelli
Rimosso link in quanto rimanda ad azienda non inerente al presente topic

Saluti a tutti.

__________________
 ! Messaggio da: Marco Muttinelli
Rimossa firma in quanto contenete link ad azienda non inerente.


Finlay buongiorno,
è gradita la presentazione nell'apposita sezione prima di postare qualcosa. Ho dovuto provvedere a rimuovere i link presenti nell'intervento ed in firma in quanto non attinenti all'argomento trattato.
Nessuna preclusione a parlare di tale azienda, purché non si tratti di mera attività pubblicitaria, se fatta con interventi nelle apposite sezioni ed argomenti (c'è già sicuramente qualcosa in merito all'abbattimento acustico ed il pulsante ricerca in alto a destra utilissimo.
Infine prima di procedere alla presentazione andrebbe letto il regolamento del forum dove troverà tutte le informazioni utili.


Conn Tp: 22B New York Symphony Special 1940; 6B Victor 1968
Past Conn Tp: 12B/1953; 10B/1960; 8B/1964; 38B/1968
Fl: Couesnon Monopole ?
Tp Mp: Conn Connstellation 7BN e Precision 4; Bach Megatone 2C e 5C Stefanopranizzato
Fl Mp: Denis Wick 4FL



Torna a “LA TROMBA”

Chi c’è in linea

Nessun utente e 7 ospiti